Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare sul sito si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Molto spesso, guardando i numerosi monumenti architettonici che ci circondano, notiamo il loro evidente degrado. I fattori fisici e chimici sono solo alcune delle cause, ma non possiamo far altro che notare piante, funghi, animali, muschi e patine verdastre che li abitano, creando dei “giardini” verticali. Purtroppo la loro presenza non è positiva in quanto inducono il biodeterioramento. Le nostre chiese, i palazzi storici e i castelli diventano “dimore” per gli organismi che le colonizzano trovando un appetibile substrato utilizzato per fini di ancoraggio e scopi nutrizionali.

In questo articolo rifletteremo sul legame tra ARTE e MICROBIOLOGIA!

Benvenuti, oggi esamineremo il Monumento ai Caduti di Oria - "il fante glorioso e vittorioso", in provincia di Brindisi. Le riflessioni che esporrò vi porteranno ad associarle ad altri monumenti bronzei presenti nelle nostre città pugliesi e italiane. 

Sono Maria Rosa Borraccino, diagnosta e conservatrice dei beni culturali, responsabile del settore “beni culturali” all’interno dell’associazione.

Tramite questo spazio, dedicato all’inserimento di articoli informativi, vorrei aver modo di presentarmi e di fornire informazioni finalizzate alla conoscenza del nostro patrimonio culturale.

Chi è un diagnosta dei beni culturali e chi è un restauratore??

Benvenuti! Nel primo articolo di presentazione vi avevo promesso di spiegarvi il legame tra arte e scienza, obiettivo che vorrei perseguire con degli esempi pratici che facilmente potrete osservare da vicino perché presenti sul nostro territorio pugliese.

Venerdì scorso avevo preparato un programma con le tematiche che mi sarebbe piaciuto trattare, ma la mostra “Prima che il gallo canti”, tenutasi a Barletta sul Fracanzano, mi ha dirottata convincendomi a dare priorità ad una problematica comune sui dipinti ad olio.